Seleziona una pagina

Rivisitazione dei peperoni alla leccese (piparussi muddhricati)

Rivisitazione dei peperoni alla leccese (piparussi muddhricati)

 

Piparussi muddhricati

C'è un ristorante a Spongano nel basso salento che si chiama Picalò, dove ho passato diverse estati, è uno di quei luoghi tipici salentini di paesini con una grande piazza che tutti gli anni addobbano con le luminarie, dove al bar si gioca a carte tutto il giorno e dove ti svegli con il profumo del pasticciotto. Insomma in questo ristorante che fa piatti tipici ho mangiato per la prima volta questi peperoni e da allora li ho rifatti spesso qui a Torino per portare in cucina quei sapori della mia terra che tanto mi hanno fatto amare la cucina. Ecco per voi la mia ricetta rivisitata.

Chef Laura Motta

Ingredienti

  • 2 peperoni
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 1 manciata di capperi dissalati
  • 2 panini raffermi
  • 1 abbondante grattuggiata pecorino
  • qb olio
  • qb sale
  • qb pepe

Istruzioni

  1. Per prima cosa arrostire i peperoni direttamente sulla fiamma, bisogna avere cura di annerirlo bene da tutti i lati. Una volta arrostito per bene va tolto dal fuoco e messo in una busta di carta per alcuni minuti di modo che sia più facile eliminare la buccia

  2. Una volta pulito per bene anche dei semi interni si ricavano i filetti

  3. Preparare un trito con il pane raffermo, i capperi, il prezzemolo, mezzo spicchio d'aglio ed il pecorino

  4. In una padella sufficientemente grande da contenere tutti i filetti in un unico strato mettere a scaldare dell'olio con l'altra metà dell'aglio, adagiare i filetti di peperone e cospargere con metà del trito di pane, lasciare cuocere per 2 minuti e girare dall'altro lato dove faremo andare i peperoni ancora per 2 minuti con il restante trito.

  5. Et voilà, il piatto è pronto va condito ancora con un filo di olio a crudo. Questo è un contorno sfiziosissimo anche freddo!!

Difficoltà

Pubblicato il

24 luglio 2018

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This